MotoGp – Il vantaggio sui rivali e la ‘foga’ di Lorenzo, Marquez sincero: “odio sentire che è già tutto fatto! E su Jorge…”

marquez Alessandro La Rocca/LaPresse

A tutto Marquez, dalle ottime sensazioni in moto al vantaggio su Dovizioso: le parole del campione del mondo dopo la vittoria al Montmelò

Marc Marquez sorride dopo la gara di domenica al Montmelò: il campione del mondo in carica, vincitore a Barcellona, davanti al suo pubblico, si conferma leader della classifica piloti, aumentando il suo vantaggio sui rivali. “Le sensazioni sono ovviamente ottime, incredibili e dobbiamo approfittarne. Ma odio sentire che è già tutto fatto perchè abbiamo disputato 7 gare e ne restano 12 e, come si è visto nell’ultimo Gp, può succedere di tutto“, ha raccontato Marquez in un’intervista a Marca.

marc marquez

AFP/LaPresse

Dobbiamo approfittare del buon momento, abbiamo iniziato bene e dobbiamo vedere se riusciamo a mantenere questa inerzia fino alla fine. Cercherò di gestire il vantaggio nel miglior modo, come ho fatto ogni anno, andando avanti con la stessa intensità: se questa strategia fin qui ha funzionato non bisogna cambiare nulla. Ma siamo in uno sport in cui non dipende solo dal pilota, bisogna approfittare delle cose quando vanno bene e soffrire quando c’è da farlo“, ha continuato lo spagnolo, dando i meriti del suo successo anche al team e alla moto: “alla Honda lavoriamo tanto per avere la moto migliore sulla griglia, è questo il nostro obiettivo. Abbiamo punti deboli e punti forti, in alcuni circuiti andrà peggio e in altri no ma al momento è una moto molto completa, che si adatta benissimo al mio stile di guida“.

marc marquez

AFP/LaPresse

Non poteva mancare una piccola parentesi sul suo compagno di squadra: “a Lorenzo la voglia non manca, lo dimostra il suo viaggio in Giappone per cercare di migliorare la moto. L’errore al Montmelò è figlio anche di questa voglia ma con la personalità che si ritrova ne uscirà“.

marc marquez

AFP/LaPresse

Mentre sulla prossima gara ad Assen ha concluso: “bisognerà stare molto attenti, Yamaha e Suzuki vanno forte lì, saranno loro gli avversari da battere. Quanto alla corsa al titolo, il primo rivale resta Dovizioso perchè è il più costante. Magari non è il più veloce ma è il più regolare e calmo. Poi Rins e Quartararo sono i due che oggi vedo più rapidi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Rita Caridi (35107 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015


FotoGallery