AFP/LaPresse

Il Sindaco Sala non le manda a dire a Milan e Inter dopo le affermazioni di ieri durante le votazioni per l’assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026

Grande festa italiana ieri a Losanna per la vittoria della candidatura di Milano-Cortina per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026. Tutta la delegazione azzurra ha festeggiato all’annuncio di Thomas Bach, presidente del Cio, della vittoria italiana, ma non è mancato qualche episodio spiacevole.

Il presidente rossonero Scaroni ha affermato ieri a Losanna, proprio durante l’attesa dell’esito della votazione, che Milan e Inter sono pronti ad abbandonare lo Stadio Giuseppe Meazza per trasferirsi in una nuova dimora, sempre nei pressi del ‘vecchio’ impianto, più moderna. “Il vecchio stadio sarà buttato giù e al suo posto ci saranno nuove costruzioni“, ha affermato Scaroni. Parole che non sono di certo piaciute al Sindaco di Milano, che già a Losanna ha garantito che fino alle Olimpiadi 2026 il San Siro non si toccherà.

Sala è tornato sull’argomento oggi, al suo ritorno in Italia: “non ho gradito, gliel’ho anche detto, potevano anche aspettare un attimo. Detto ciò, forse è stata l’occasione anche per me per chiarire le cose. Su questo voglio essere preciso, vista la situazione. San Siro sarà certamente ancora in piedi nel 2026“.