Messina: schiaffi e nessuna terapia ai piccoli pazienti, logopedista sospeso per 10 mesi

Palermo, 20 giu. (AdnKronos) – Schiaffi, strattonamenti, disinteresse nei confronti dei piccoli pazienti e nessuna terapia. E’ così che un logopedista di 51 anni, in servizio presso l’Aias di Milazzo, trascorreva il tempo con i suoi assistiti, alcuni dei quali affetti da gravi patologie, come autismo e sindrome di Down, e quindi incapaci di reagire. A scoprire quanto avveniva in quella stanza sono stati i poliziotti del commissariato di Milazzo, allertati nei mesi scorsi da alcuni genitori che avevano osservato nei loro bambini dei comportamenti ‘sospetti’, in particolare quando dovevano recarsi dal logopedista per la terapia.
Le indagini, avviate nel mese di novembre dello scorso anno e condotte anche con intercettazioni ambientali, hanno portato alla luce una serie di maltrattamenti nei confronti dei piccoli, oltre a un atteggiamento di indifferenza. Durante le sedute, l’uomo era solito guardare il cellulare, scattarsi delle foto e anche confezionarsi delle sigarette. In alcuni casi, i bimbi venivano lasciati davanti alla tv a guardare puntate di ‘Masha e Orso’ o del Commissario Montalbano, in modo da consentire al terapista di non ‘essere disturbato’.