Formula 1, Jean Todt mette da parte il suo passato in Ferrari: “il ricorso? Ci sarà sempre qualcuno che…”

Il presidente della FIA si è soffermato sulla decisione dei Commissari di confermare la penalità per Vettel

I quattro Commissari del Collegio istituito per il Gran Premio del Canada hanno confermato la penalità per Sebastian Vettel anche a distanza di due settimane, mantenendo la propria linea nonostante le nuove prove addotte dalla Ferrari.

photo4/Lapresse

Una decisione su cui si è soffermato anche Jean Todt, esprimendo il proprio punto di vista ai microfoni di Sky Sport: “nella mia posizione di presidente della Federazione era giusto non essere partecipe in questa situazione, abbiamo dei commissari che fanno un lavoro eccellente, tutte le decisioni dividono la critica e nella mia posizione mi deve astenere dal dare la mia opinione come tifoso. L’episodio è chiuso, ci concentreremo sul prossimo, se c’è qualcosa da imparare da quanto avvenuto lo impareremo. Il caso è stato gestito nella maniera più corretta al 100%. Per quanto mi riguarda ho sentito opinioni molto diverse su quanto avvenuto e sulla decisione presa dai commissari. La perfezione non esiste in nessuno sport, è così anche nel calcio. C’è sempre l’interpretazione che porta qualcuno ad essere soddisfatto e altri no”.