Fisco: Commercialisti, appello al governo, serve rinvio Isa al 2020

Roma, 24 giu. (AdnKronos) – “Suscita perplessità la proroga solo fino al 30 settembre degli Isa, gli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale. Questo slittamento molto limitato non è sufficiente perché l’introduzione di questo strumento, se non correttamente guidato, rischia di diventare un ulteriore elemento di confusione in un contesto economico che richiede, invece, certezze e punti fermi, soprattutto in ambito fiscale. Commercialisti e contribuenti sono in grande difficoltà. E’ necessario più tempo per una corretta introduzione di questo cambiamento: è perciò necessario il rinvio Isa al 2020”. E’ l’accorato appello al Governo di Marcella Caradonna, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, in occasione del convegno ‘Il Fisco che cambia tra crescita e compliance’ organizzato dal Gruppo24Ore insieme ad ODCEC Milano.
“Il rinvio al 30 settembre, stante la situazione, non è sufficiente le istruzioni non sono chiare e troppi sono i dubbi interpretativi. Cambiamenti simili andrebbero comunque effettuati dopo un attento confronto con noi che costituiamo il reale raccordo con il tessuto economico italiano. Troppi sono, ad oggi, i disagi causati e non solo per la nostra categoria, ma soprattutto per i contribuenti ed in particolare per le micro e piccole imprese italiane, elemento trainante del Paese”, ha concluso Caradonna.