photo4/Lapresse

Il team principal della Ferrari svela come il Cavallino non abbia assolutamente deposto le armi, annunciando battaglia in altre sedi diverse dal Tribunale della FIA

La Ferrari non presenterà appello al Tribunale della FIA per la penalità inflitta a Vettel in Canada, ma sicuramente non deporrà le armi. Mattia Binotto infatti ha rivelato ai microfoni di Rai 2 la volontà del Cavallino di andare fino in fondo, rivolgendosi ad altri tribunali.

Photo4/LaPresse

Il team principal della Ferrari è convinto dell’innocenza del proprio pilota, colpevole solo di essere uscito fuori pista: “da parte nostra, riguardando le immagini e i dati che abbiamo a disposizione, siamo convinti che non ci siano state scorrettezze, ma Sebastian ha commesso sì un errore nell’uscire di pista ma credo che dopodiché ha solo tentato di recuperare la vettura, rallentare, e tornare in pista in modo più sicuro. Stiamo raccogliendo tutti i dati disponibili, cercando di portare nuovi elementi per eventualmente avere una decisione diversa. Vedremo sotto quale forma e sotto quale modo, ma sicuramente ci stiamo dando da fare. Sebastian ne uscirà più forte di prima, la sua reazione dopo la gara è stata apprezzabile, un momento di genuinità“.