Di Biagio
LaPresse/Alfredo Falcone

Il commissario tecnico è tornato a parlare in conferenza stampa del comportamento di Kean, escluso per motivi disciplinari dal match con il Belgio

Moise Kean ha saltato il match con il Belgio, vinto dall’Italia con il risultato di 3-1, per motivi disciplinari. L’attaccante della Juventus si è presentato in ritardo all’ultimo allenamento insieme a Zaniolo, venendo così relegato in panchina nell’ultima gara del Gruppo A dell’Europeo Under 21.

Massimo Paolone/LaPresse

Sulla questione si è soffermato il ct Di Biagio nella conferenza stampa post partita, spiegando la sua decisione: “alleno una squadra, e in una squadra ci sono delle regole. Se non vengono rispettate in più occasioni, un allenatore ha il dovere di intervenire. Io sono allenatore ma anche educatore di questi ragazzi, che sono cresciuti con noi in un certo modo. Vincere o non vincere è irrilevante rispetto alla squadra che alleno. La squadra? Resta il lavoro che abbiamo fatto sulle Nazionali, sarebbe superficiale ridurre tutto il lavoro al risultato, al vincere o non vincere. Comunque anche se avessimo solo lo 0,1 per cento delle possibilità io sono sempre stato abituato a crederci. La situazione complicata, è difficilissimo: proveremo a concentrarci dal di fuori. Ma intanto abbiamo giocato un grande calcio“.