Estate: da Comune Vicenza 23 proposte per i campi estivi ricreativi (3)

(AdnKronos) – Chi sceglie di frequentare solo la mattina spenderà al massimo 55 euro a settimana, senza mensa, chi invece frequenterà anche il pomeriggio spenderà mediamente fino a 85 euro, mensa compresa.
Inoltre per sostenere la partecipazione ai centri estivi per famiglie in difficoltà, il gestore dovrà accogliere partecipanti segnalati dall’Ipab per i minori di Vicenza. Quest’ultimo sosterrà il 70% della spesa mentre il soggetto che organizza il centro estivo frequentato dal minore coprirà il restante 30%. Dovranno essere accolti anche minori con disabilità a condizione che siano accompagnati o assistiti.
“Ogni anni Ipab minori riesce a iscrivere ai centri estivi 200 minori per consentire la partecipazione a tutte le fasce della popolazione. I centri estivi, infatti, sono un’importante occasione formativa, relazionale, di inclusione per i bambini ma anche una parentesi, spesso di “alleggerimento” per le famiglie, in particolare per quelle disagiate”, spiega il presidente di Ipab minori Gian Pietro Santinon.