Estate: da Comune Vicenza 23 proposte per i campi estivi ricreativi (2)

(AdnKronos) – “Gli organizzatori dei centri estivi sono stati selezionati sulla base dell’avviso che ha dettato alcune condizioni da rispettare per le quali il Comune si fa da garante, nei confronti delle famiglie, della qualità del servizio offerto – spiega l’assessore alla formazione Cristina Tolio -. Pertanto, all’apertura dei Centri estivi, verificherò personalmente e in modo puntuale il rispetto delle regole e l’andamento dell’attività, oltre che il buon funzionamento del servizio mensa. Anche quest’anno i centri estivi vedono la collaborazione di Ipab minori che sta facendo da anni un grande lavoro per consentire la partecipazione anche dei bambini in difficoltà, in modo che si sentano uguali ai loro coetanei. Inoltre Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari garantirà anche quest’anno la partecipazione gratuita ai laboratori”.
è stata anche riequilibrata la proporzione tra animatori e il numero di alunni tenendo conto che hanno maggiori necessità di presenza i bimbi più piccoli. Pertanto per i bambini dai 3 ai 6 anni ci sarà un animatore per un massimo di 15 bambini, dai 6 ai 16 anni un animatore per un massimo di 20 bambini. Continueranno ad essere presenti volontari che, seppur preziosi, non sostituiranno gli animatori.
“E’ importante che gli animatori presenti ai centri estivi siano adeguatamente formati – continua Tolio -. Per questo abbiamo organizzato tre incontri. I primi due, che si terranno il 7 e 14 maggio, saranno consigliati ma facoltativi, l’ultimo del 21 maggio è obbligatorio perchè dedicato a come si manipolano gli alimenti e al comportamento da tenere in mensa. Inoltre ci sarà sempre la preziosa collaborazione dei volontari che devono essere coinvolti e allo stesso tempo anch’essi formati e organizzati”.