Energia: da Arera ok quadro strategico 2019-21, faro su innovazione e sviluppo uniforme (2)

(AdnKronos) – Diverse osservazioni, pervenute da imprese e associazioni, sono quindi state recepite nella versione definitiva del Quadro Strategico approvato. Tra queste: l’estensione anche al settore idrico di progetti per il potenziamento dell’attività di misura (valutandone impatti economici e ambientali), l’introduzione, anche nell’acqua, delle procedure per la gestione della morosità nonché del principio di water conservation; la riduzione dei tempi dei procedimenti sanzionatori e azioni per la diminuzione del contenzioso tra operatori e gestori di rete; la revisione della regolazione relativa a Sistemi Semplici di produzione e ai Sistemi di distribuzione chiusi, tenendo anche conto delle indicazioni su autoconsumo e comunità energetiche; l’introduzione graduale di regole tariffarie chiare e trasparenti per la gestione rifiuti, con un approccio asimmetrico teso a garantire l’equilibrio economico-finanziario delle gestioni.
“Il nostro approccio tecnologicamente neutrale e settorialmente trasversale è stato apprezzato dagli stakeholder, che con il loro contributo hanno consentito di migliorare il piano di azione dell’Autorità”, commenta il presidente di Arera, Stefano Besseghini.
“Ora si passa dalle intenzioni ai fatti ed è per dare concretezza applicativa agli obiettivi generali che nel documento abbiamo voluto precisare la dimensione temporale degli interventi”, sottolinea. Temi, quelli del Quadro Strategico, che saranno probabilmente al centro della prossima Relazione Annuale al Parlamento dell’Autorità – la prima dell’attuale Collegio – che si svolgerà il 4 luglio 2019 presso la Camera dei Deputati.