Cremona: aggressione a comizio Salvini, denunciati due militanti Forza Nuova (2)

(AdnKronos) – Alcuni dei presenti al comizio dello scorso giugno, infastiditi dalla sciarpa-striscione ‘Ama il prossimo tuo’, avevano cominciato ad inveire contro il 26enne, tentando di toglierglielo dalle mani e di allontanarlo dalla piazza. Due persone avevano poi cominciato a strattonarlo e a colpirlo con pugni e calci, mentre un terzo individuo lo aveva colpito con una manata in faccia.
Anche Salvini, dal palco, si era accorto del tafferuglio e aveva detto: “Lasciatelo da solo, poverino. Un applauso all’unico comunista che c’è”. E ancora: “se non c’è un comunista ai giardinetti non ci divertiamo”. Alcuni agenti della polizia locale fuori servizio erano intervenuti in soccorso del ragazzo e lo avevano fatto allontanare per ricevere le prime cure.
Il giorno seguente, il ragazzo era stato contattato dagli agenti della Digos per riferire quanto accaduto: a loro, il giovane aveva detto di non aver riportato alcuna lesione e, a oggi, non ha formalizzato alcuna querela per i fatti accaduti. Le attività d’indagine sono comunque proseguite. Un video amatoriale consegnato da un testimone ha consentito poi di individuare B. G., di 19 anni di Cremona, e B. M. A., di 43 anni, sempre di Cremona, come responsabili dell’aggressione. Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare la terza persona che ha partecipato all’aggressione.