Bce: in area euro condizioni mercato lavoro tese

Roma, 20 giu. (AdnKronos) – “I tassi di posti vacanti si attestano su livelli molto alti, mentre il tasso di avviamento al lavoro non si è ancora riportato sui livelli toccati in passato e la disoccupazione rimane al di sopra dei livelli contenuti registrati in precedenza. Ciò indica sia condizioni più tese che minore efficienza nel mercato del lavoro”. Lo rileva la Bce nel Bollettino economico sottolineando che “la tensione nel mercato del lavoro nell’insieme dell’area dell’euro è molto più intensa rispetto al periodo precedente la crisi, anche se vi è una forte eterogeneità fra i vari paesi”.
In Spagna e in Italia “la tensione nel mercato del lavoro si colloca su valori nettamente inferiori rispetti ai precedenti massimi”. “La tensione nel mercato del lavoro nell’insieme dell’area dell’euro è molto più intensa rispetto al periodo precedente la crisi, anche se vi è una forte eterogeneità fra i vari paesi”.
In Germania a partire dal 2006 il rapporto fra posti di lavoro vacanti e disoccupazione si è quadruplicato, e attualmente rappresenta la determinante principale della tensione che si osserva sul mercato del lavoro a livello di intera area dell’euro. In Francia, inoltre, la tensione sul mercato del lavoro è più elevata rispetto a prima della crisi e nell’arco degli ultimi due anni ha subito un rapido aumento.