Autonomia: sì da Anci Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna

Venezia, 19 giu. (AdnKronos) – Oggi a Mantova si sono incontrate Anci ed Upi di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna per un laboratorio di approfondimento sull’autonomia differenziata negli enti locali che ha visto la partecipazione di esperti in materia di alto profilo accademico, tra cui Mario Bertolissi, e di amministratori locali. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di approfondire e delineare le ricadute e le competenze per gli enti locali nel percorso dell’autonomia differenziata.
La giornata di confronto ha portato alla condivisione ed alla firma da parte dei tre presidente di Anci ed Upi di un documento unitario. Il documento, in sintesi, ribadisce “la necessità di proseguire sul percorso di riforma dell’autonomia differenziata e per questo auspica un’intesa in Parlamento in tempi rapidi”. Le tre associazioni regionali, inoltre, “sostengono la necessità di un pieno e reale coinvolgimento nel percorso di riforma delle autonomie locali”. Nello specifico, poi, si auspica che “l’autonomia differenziata non dia vita ad un centralismo regionale, ma ci sia un ampio e condiviso decentramento delle funzioni e delle risorse a livello locale. Risulta prioritario in questo anche il riordino territoriale di funzioni e competenze di Comuni, Province e Città Metropolitane”.
Nel testo approvato, infine, si auspica che “la Commissione Bicamerale sul regionalismo differenziato e la Conferenza Unificata coinvolgano le associazioni che rappresentano le autonomie locali a livello nazionale, ma anche quelle delle regioni interessate”.