Atletica, Tamberi e Trost impegnati domenica in Polonia: gli azzurri in pedana all’Opole High Jump Festival

I due azzurri proveranno a migliorare le proprie prestazioni, tentando di ottenere buoni risultati in vista dei prossimi impegni

Terza prova in otto giorni per Gianmarco Tamberi e ritorno in pedana a tre giorni da Ostrava per Alessia Trost. Il campione europeo indoor di salto in alto e la medaglia di bronzo dei Mondiali al coperto gareggeranno domenica 23 giugno a Opole, in Polonia, all’Opole High Jump Festival dalle ore 14.

Con il 2,25 nella gara a sorpresa di mercoledì pomeriggio a Montespertoli (Firenze) “Gimbo” Tamberi (Fiamme Gialle) ha cancellato il 2,19 di tre giorni prima in Diamond League a Rabat e domenica proverà a tornare sulle misure che gli appartengono, consapevole del buon tentativo a 2,32 mancato di poco in Toscana. Come misura di riferimento stagionale resta per ora il 2,28 del Golden Gala Pietro Mennea. Avversari? Non le stelle della Diamond League ma un drappello di buoni saltatori, tra cui si fanno notare soprattutto il messicano Edgar Rivera (2,27 indoor quest’anno), che in inverno ha partecipato fuori classifica agli Assoluti di Ancona in occasione del 2,32 di Tamberi, e il portoricano Luis Castro (2,28 il 2 giugno). Tra gli iscritti figura anche Marco Fassinotti (Aeronautica), che però, in attesa della condizione migliore, ha preferito rinunciare.

Per Alessia Trost (Fiamme Gialle) c’è subito un altro impegno dopo l’1,90 di Ostrava, un centimetro in meno di quanto ottenuto a Hengelo al debutto stagionale all’aperto: in Polonia la 26enne friulana trova soprattutto l’ucraina Iryna Gerashchenko, salita di recente al primato personale di 1,99. Trost ha già in tasca lo standard per i Mondiali di Doha (1,94 indoor) ma vuole ripetersi anche all’aperto e proseguire nel suo percorso di stabilizzazione tecnica.