Atletica, Caster Semenya può tornare a gareggiare: un tribunale svizzero sospende la norma sull’iperandrogenismo

SportFair

Il Tribunale Federale svizzero ha sospeso la norma sull’iperandrogenismo imposta dalla IAAF, permettendo così a Caster Semenya di tornare a gareggiare

La campionessa olimpica degli 800 metri Caster Semenya potrà tornare a gareggiare senza doversi sottoporre al trattamento ormonale. Lo ha stabilito un Tribunale Federale svizzero, decidendo di sospendere temporaneamente la regola sulla limitazione del testosterone decisa dalla Iaaf.

LaPresse/PA

La massima istanza giuridica svizzera ha infatti accolto il ricorso della mezzofondista sudafricana, dando tempo alla Federazione Internazionale di atletica leggera fino al 25 giugno per attuare la sospensione. Secondo il regolamento introdotto dalla Iaaf, le atlete affette da iperandrogenismo devono abbassare il proprio livello di testosterone per poter gareggiare tra le donne nelle corse comprese tra i 400 metri e il miglio. (Spr/AdnKronos)