In Valtellina di scena il secondo appuntamento stagionale: sabato le qualifiche, domenica la gara con Matteo Grattarola leader della top class TR1

Osservata una prolungata sosta, resasi necessaria per favorire la buona riuscita degli eventi di connotazione internazionale tra Mondiale ed Europeo, il Campionato Italiano Trial ritorna in azione. A Gerola Alta, comune montano della provincia di Sondrio affermatosi come moderna e dinamica destinazione del turismo alpino lombardo e del Nord Italia, la massima espressione della specialità riaccende i motori per il secondo round. In un evento che sancisce il gradito ritorno della serie tricolore in Valtellina e, dopo l’esperienza del 1994, proprio a Gerola Alta, l’Italiano Trial consolida il connubio “Turismo e Sport” in una location di prim’ordine situata sulla testata della Valgerola. Sul piano prettamente sportivo il percorso di gara, studiato a puntino dal Moto Club Lazzate in collaborazione con la sezione locale Rezia Trial, attende i migliori interpreti della specialità, pronti a ripartire dopo i verdetti emersi lo scorso mese di marzo a San Gemini.

LA SITUAZIONE NELLE CLASSI AL VIA

Da leader della top class TR1 si presenterà Matteo Grattarola. Con Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team recente vincitore della tappa di Pietramurata del Mondiale Trial2, da Campione in carica andrà a caccia della 36esima affermazione consecutiva incontrando i rivali di sempre: da una parte un determinatissimo Gianluca Tournour (Team SPEA GasGas Italia NILS), dall’altra Luca Petrella (Beta). Sempre nella classe regina, da seguire con un occhio di riguardo Andrea Riva (Team TRRS Italia), il Campione italiano TR2 in carica Lorenzo Gandola (Vertigo), Francesco Iolitta (TRRS), Filippo Locca (Beta), Pietro Petrangeli (Sherco) e Giacomo Saleri (Beta). La TR2 proietta al comando della classifica Sergio Piardi (Beta), atteso al confronto con Manuel Copetti (Team TRRS Italia), Sergio Bertolotti (Beta) e Carlo Alberto Rabino, su Beta Rabino Sport classificatosi 2° nel Mondiale Trial125 a Pietramurata. Da portacolori del Moto Club Lazzate, atteso protagonista della TR3 l’attuale capo-classifica Andrea Gabutti (Team TRRS Italia), determinato a ripetersi dopo San Gemini in una categoria molto combattuta che, nelle posizioni che contano, premia anche Michele Ruga (Scorpa), il rientrante figlio d’arte Matteo Bosis (Beta) e Giacomo Gasco (Beta). Nella TR3 Open conduce Marco Andreoli su Vertigo a scapito di Ivan Giovacchini (Beta) e Paolo Lazzaroni (TRRS), mentre nella TR3 125 dei giovanissimi primeggia Cristian Bassi (Beta) a precedere Valentino Feltrin (GasGas) e Luca Ruffoni (Beta). Passando alla TR4, Michael Vignaroli su Beta dovrà difendere la leadership dagli assalti del Campione in carica Valter Feltrinelli (Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team), Roberto Prina (Beta) ed Emanuele Gilardini (Montesa) più Fabrizio Barre (Beta), classificatisi con quest’ordine nel primo round. L’inedita E-Trial, classe espressamente dedicata alle moto elettriche, propone al comando Edoardo Verdari seguito da Gian Paolo Concina e Francesco Vignola, tutti in sella alle rispettive Electric Motion.

Per quanto concerne la graduatoria Femminile, la Campionessa italiana e vincitrice della Coppa del Mondo Trial2 Women in carica Alex Brancati (Beta) punterà a ripetersi con Martina Gallieni (Team TRRS Italia), Emanuela Spadoni (GasGas) e Jasmine Rosina Conti (GasGas) candidate ad un ruolo da protagoniste in questo secondo appuntamento stagionale.

LINO DELLA RODOLFA NELLA HALL OF FAME DELL’ITALIANO TRIAL

In occasione della tappa di Gerola Alta, il compianto Lino Della Rodolfa entrerà a far parte della “Hall of Fame” dell’Italiano Trial. Pilota affermatosi a livello nazionale ed internazionale nei primi anni ’80 da portacolori ufficiale Bultaco, Italjet, Aprilia e Fantic, successivamente Lino è stato tra gli esponenti di spicco per la crescita dell’intero movimento. Da organizzatore proprio in Valtellina ha ideato e promosso nel corso degli anni la celebre “Tre Giorni”, la tappa Mondiale all’Aprica, garantendo nel contempo una spinta propulsiva alla specialità con un occhio di riguardo a tutti i praticanti con diverse manifestazioni organizzate all’interno del Parco Nazionale dello Stelvio. A Gerola Alta saranno la moglie Daria ed il figlio Gionata a ritirare la targa celebrativa “Hall of Fame” in memoria di Lino.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE