cairo serie a
LaPresse/Fabio Ferrari

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha commentato con il sorriso la notizia della lite in allenamento fra Sirigu e Rincon: in casa granata c’è voglia di vincere

Finale di stagione caldissimo in casa Torino, come non accadeva da diversi anni. La formazione granata ha l’opportunità non solo di finire in Europa, ma sogna addirittura un piazzamento Champions, difficile ma non impossibile viste le tante squadre racchiuse in pochi punti. In allenamento si dà il tutto per tutto e rischia di scapparci anche qualche momento di tensione, come la lite fra Sirigu e Rincon accaduta nelle ultime ore. Un episodio che ha fatto piacere al presidente Urbano Cairo che, intervistato durante Gazzetta Night, ha spiegato : “no, non li ho sentiti, ma ho parlato con il mister. Il bello di questa cosa è che se anche in allenamento cerchi di vincere la partita, dai tutto e ti arrabbi se non arriva il successo vuol dire che sei sulla strada giusta. Poi a volte si va oltre, ma essendo una squadra fatta da persone perbene dopo un’ora tutto era già finito e i due sono più amici di prima. Questa lite testimonia che tutti ci tengono molto a far bene fino alla fine”.

In merito alla rincorsa Champions Cairo ha poi aggiunto: “al momento siamo attardati e certo la nostra rimonta sarebbe diversa da quelle impossibili viste negli ultimi due giorni. Il 4-0 del Liverpool sul Barcellona non era facile, ma anche il Tottenham ha fatto qualcosa di impossibile dopo essere andato sotto per 2-0 con l’Ajax. Bisogna lavorare fino all’ultimo per l’obiettivo, poi in questo caso l’importante è che nelle prossime 3 gare scendiamo in campo con quella concentrazione che si è vista contro Milan, Inter, Juve o Atalanta. Non dobbiamo guardare ora all’obiettivo, ma fare in modo di tenerlo vivo fino in fondo. Poi faremo la conta dei punti e vedremo dove saremo arrivati”.