Simone Fanini/LaPresse

La Corte d’Appello della FIGC penalizza il Palermo di 20 punti, ma i rosanero non retrocedono d’ufficio, come stabilito nella condanna in primo grado: è il Foggia a finire in Serie C

Dopo aver passato al vertice gran parte del campionato di Serie B, il Palermo ha visto sfurmare il sogno promozione nelle ultime gare. Il risultato sportivo però non è stata la notizia peggiore dell’annata dei siciliani: la società rosanero era stata infatti condannata in primo grado per illecito amministrativo con la retrocessione in Serie C. La Corte d’Appello della FIGC ha però ribaltato tutto, con una sentenza arrivata a sorpresa da pochi minuti: il Palermo è stato penalizzato di 20 punti in classifica, ma senza retrocessione d’ufficio. In Serie C è dunque finito il Foggia, insieme a Padova e Carpi, mentre Salernitana e Venezia giocheranno i playout.