Marty MELVILLE / AFP

Il mediano d’apertura degli All Blacks, Richie Mo’unga, è stato accusato di aver sputato della birra addosso ad una donna e di averle toccato il lato B: la federazione neozelandese ha aperto un’inchiesta

All Blacks al centro di una bufera mediatica. La nazionale neozelandese non si è trovata per le mani la solita palla ovale, ma uno scottante caso di presunte molestie che ha fatto ben presto il giro del mondo. Il mediano d’apertura Richie Mo’unga, mentre si trovava in Sudafrica come giocatore dei Canterbury Crusaders per una trasferta di Super Rugby, è stato accusato di aver sputato birra addosso ad una donna in un bar, toccandole poi il lato B. La federazione neozelandese ha aperto un’inchiesta sull’accaduto e il dirigente Nigel Cass ha commentato: “sono fatti serissimi, che riguardano ingiurie e comportamenti inappropriati e aggressivi che noi non tolleriamo”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE