• Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse
LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
    Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
  • Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse
LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
    Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
  • Alfredo Falcone - LaPresse
ALFREDO FALCONE
    Alfredo Falcone - LaPresse ALFREDO FALCONE
  • Alfredo Falcone - LaPresse
ALFREDO FALCONE
    Alfredo Falcone - LaPresse ALFREDO FALCONE
  • Alfredo Falcone - LaPresse
ALFREDO FALCONE
    Alfredo Falcone - LaPresse ALFREDO FALCONE
  • Alfredo Falcone - LaPresse
ALFREDO FALCONE
    Alfredo Falcone - LaPresse ALFREDO FALCONE
  • LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
    LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi
  • Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse
    Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse
/

Champions League ancora possibile per la Roma, il futuro dipenderà anche dalla stessa Juventus che affronterà l’Atalanta nel prossimo turno

La Roma resta in corsa per la Champions League. Lo ha fatto vincendo per 2-0 una gara difficilissima, nella quale ha spesso sofferto nel primo tempo contro la Juventus, ma gli uomini di Ranieri sono stati abili ad assorbire i colpi ed a ripartire sino a far male alla retroguardia bianconera a dir poco rimaneggiata. Cristiano Ronaldo ha provato più e più volte a colpire, ma a siglare le reti da tre punti ci hanno pensato Dzeko ed un insospettabile Florenzi, poco dopo aver litigato proprio con CR7. Lo scavino del terzino romanista torna utile dunque a tenere vive le speranze in chiave Champions League: Roma a pari merito con il Milan, ma la rincorsa all’Atalanta passa ancora una volta per le mani della Juventus, prossima avversaria della squadra di Gasperini. Insomma, Juventus arbitro della corsa Champions League, un arbitro severo, anche se la squadra vista oggi non è certo quella che ha dominato il campionato in questa stagione.