Playoff NBA – Lillard confessa: “Warriors? Ci ho provato, ma è come sbattere contro un muro”

Damian Lillard / Portland Trail Blazers / Ovest (LaPresse)

Damian Lillard non è riuscito a guidare i Blazers al successo in Gara-3 della Finale di Conference contro gli Warriors: la stella di Portland spiega la difficoltà nell’affrontare la difesa Warriors

Gara-3 della Finale di Conference fra Blazers e Warriors doveva essere quella della svolta. I Blazers, sfruttando il fattore campo, avrebbero dovuto provarle tutte per riaprire una serie che li vedeva fortemente sfavoriti, ma grazie ad un eccezionale Stephen Curry, gli Warriors hanno vinto la terza gara consecutiva, portandosi ad un passo dallo sweep con un perentorio 3-0. I Blazers non sanno più a cosa aggrapparsi. Le difficoltà di Portland si riflettono in Lillard che, nonostante i 19 punti segnati, ha spiegato di aver fatto grande fatica contro la difesa di Draymond Green e compagni: “ho provato a essere aggressivo, ho cercato di forzare la loro difesa a compiere delle scelte. Ma il raddoppio su di me, con Draymond Green alle loro spalle a dirigere il resto, ha funzionato. Sembra di andare a sbattere contro un muro, sono praticamente in tre a marcarmi. È dura perché non sempre riesco ad avere una buona visione del campo e senza quella le scelte non funzionano al meglio”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Mirko Spadaro (17382 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 9 agosto 1993 è un esperto di basket e calcio, ama tutti gli sport a 360 gradi. Scrive su SportFair dal 2016


FotoGallery