LaPresse/PA

Drake fa quello che vuole sul parquet dei Raptors e il suo comportamento infastidisce i Bucks: coach Budenholzer non le manda a dire

Dopo le due vittorie in casa, i Bucks si sono ritrovati a subire due sconfitte nelle trasferte di Toronto. Il pubblico canadese ha reso la Scotiabank Arena un vero e proprio inferno, provando in ogni modo a fermare Giannis Antetokounmpo e compagni. Il grande protagonista delle gare casalinghe dei Raptors è stato però… Drake! Il Rapper, grande tifoso della franchigia canadese della quale è anche ambasciatore, ha fatto il bello e il cattivo tempo sul parquet: trash talking contro Antetokounmpo e gli avversari, esultanze sfrenate, pacche sulle spalle a coach Nurse. Un comportamento che non tutti i fan possono permettersi e che ha dato particolarmente fastidio ai Milwaukee Bucks. Intervistato ai microfoni di ESPN, il coach dei Bucks, Mike Budenholzer ha sbottato: non c’è assolutamente posto per i fan, o qualunque cosa Drake sia per i Raptors, sul campo da gioco. Ci sono confini e linee per una ragione”.