steph curry
LaPresse/XinHua

Golden State Warriors vittoriosi su Portland con un netto 116-94, Curry ha suonato le danze in contumacia di Durant e Cousins

Golden State Warriors ancora senza Durant e Cousins, non due giocatori qualunque, ma ancora una volta dilaganti sul parquet di casa. In gara-1 di Finale di Conference contro Portland, di fatto non c’è mai stata partita, un 116-94 netto, una gara nella quale gli Warriors hanno comandato dall’inizio alla fine senza permettere a Lillard e soci alcuna replica. Come detto, assenze importanti per Golden State, ma le presenze sono state altrettanto importanti. Si è seriamente allacciato le scarpe Steph Curry, autore di 36 punti, parso più “libero” da quando Durant è fermo ai box. 26 per Thompson, mentre in casa Trail Blazers tenuti sotto i 20 punti sia Lillard che McCollum.