LaPresse/Reuters

Kevin Durant e Klay Thompson al passo d’addio, i Golden State Warriors si preparano ad un’estate ricca di possibili cambiamenti

L’estate dei Golden State Warriors rischia di essere la più dolce-amara degli ultimi anni. Se nonostante il 2-2 nella serie contro gli Warriors, la franchigia bi-campione in carica è considerata la favorita numero 1 al successo finale e al conseguete three-peat, resta concreta la possibilità che sia l’ultimo trofeo che gli Warriors attuali vinceranno come gruppo. Kevin Durant è dato per partente, con i Knicks pronti ad accoglierlo, mentre Klay Thompson resterà solo in caso di massimo salariale.

L’insider ESPN Adrian Wojnarowski ha riassunto così le sensazioni in casa Warriors: “dentro Golden State si sta dicendo: ‘lasciamo da parte quello che succederà a luglio. Abbiamo l’opportunità di realizzare una cosa molto rara in questo sport, un three-peat. Concentriamoci su questo, vinciamo il titolo, poi lasceremo che a luglio accada quel che accada. Ma credo che gli Warriors si stiano preparando a dei pesanti cambiamenti nell’organizzazione. Non so quanto gli Warriors e Kevin Durant abbiano parlato. Penso che lui sappia cosa voglia e forse non c’è nulla che la franchigia possa fare o dire per fargli cambiare idea”.