D'Angelo Russell
LaPresse/EFE

D’Angelo Russell fermato in aeroporto: il playmaker dei Brooklyn Nets è stato trovato in possesso di Marijuana nascosta nel tè

La stagione di D’Angelo Russell è stata da incorniciare. Il cestista dei Nets è diventato il leader della franchigia, trascinata ai Playoff con 21.1 punti e 7 assist di media a partita. Prestazione e soprattutto miglioramenti che avrebbero messo in condizione l’ex Lakers di chiedere un sostazioso contratto durante la free agency. Perchè ‘avrebbero’? Per quanto accaduto nelle ultime ore. D’Angelo Russell è stato fermato all’aeroporto LaGuardia di New York, appena prima di salire a bordo di un aereo diretto a Louisville. Il playmaker è stato trovato in possesso di Marijuana, nascosta insieme a delle bustine di tè Arizona. La quantità era inferiore a 50 grammi, dunque D’Angelo Russell se l’è cavata con una citazione a corte che può trasformarsi in una multa irrisoria (100 dollari circa), ma potrebbe aver perso la fiducia di alcune franchigie che mettono l’immagine e la buona condotta dei propri talenti al primo posto.