De Laurentiis
Foto Fabio Sasso/LaPresse

Il presidente del Napoli ha espresso il proprio parere sulla stagione degli azzurri, soffermandosi poi anche sulle attuali competizioni europee che sarebbero da abolire

L’attuale format delle Coppe europee continua a non andare giù ad Aurelio De Laurentiis, che prosegue la sua campagna per abolire Champions ed Europa League.

AFP/LaPresse

Il numero uno del Napoli è stato intervistato dal Corriere della Sera, proponendo la propria idea per il futuro: “la Champions e l’Europa League vanno abolite, avvicendandole con un unico torneo, articolato in 80 squadre, cui accedano le prime sette dei campionati italiano, francese, spagnolo, inglese, tedesco e le prime 4 dei campionati portoghese, olandese, belga, svedese e tutti gli altri. Squadre divise in 4 gironi da 20: 19 partite/giornate per ciascun girone. Gare secche con location estratte a sorte. Lo chiamerei European Cup, le partite si giocherebbero il martedì, mercoledì e giovedì, rispettando così la collocazione dei campionati nazionali durante il fine settimana“.