maverick vinales
AFP/LaPresse

Il pilota dello spagnolo ha parlato dei test svolti oggi a Jerez, esprimendo il proprio punto di vista sul risultato ottenuto

Meno di 24 ore dopo il Gran Premio, Maverick Viñales e Valentino Rossi sono tornati in pista a Jerez per il test ufficiale. Hanno ripreso lo sviluppo della M1, provando nuove soluzioni elettroniche e conquistando rispettivamente il quinto e il diciassettesimo posto nella classifica di oggi.

AFP/LaPresse

Incoraggiato dal terzo posto di ieri, Viñales ha deciso di lavorare sull’accelerazione e sulla fluidità di erogazione della potenza del motore, testando l’aderenza dei nuovi pneumatici posteriori Michelin in condizioni più calde. Sfruttando al massimo il tempo a disposizione per raccogliere il più possibile, lo spagnolo ha completato 94 giri, segnando il proprio miglior crono di 1’37.226 al giro 90, chiudendo quinto a 8 decimi da Quartararo. Queste le sue sensazioni al sito ufficiale del team: “abbiamo provato molti pezzi oggi, ho fatto molti giri con le gomme da gara trovandomi bene. Ho guidato abbastanza bene, ma bisogna ancora migliorare. Le Mans è una pista in cui il livello di aderenza è abbastanza buono, quindi non sono troppo preoccupato. Per me è una buona pista, quindi la mia mente è già proiettata sul GP di Francia. Abbiamo trovato alcuni aspetti positivi e altri negativi nel test di oggi, come sempre, ma niente di speciale. Ci sono ancora alcune cose da migliorare, in particolare la trazione. Ma non sono preoccupato perché il mio passo di gara era buono, mi sentivo vicino ai migliori“.