AFP/LaPresse

Il Dottore ha analizzato il sesto posto ottenuto nel Gp di Jerez, facendo il paragone rispetto all’anno passato

Una gara divisa a metà per Valentino Rossi a Jerez, un avvio complicato e poi un finale in crescendo, recuperando qualche posizione per chiudere poi sesto. Un risultato che soddisfa a metà il pilota della Yamaha, comunque contento per i progressi compiuti rispetto alla gara del 2018, dove il distacco dai primi era stato davvero importante.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Interrogato sul Gran Premio di oggi da Sky Sport MotoGp, Valentino Rossi ha sottolineato: “ho fatto sesto, è stato superato l’esame come quando fai sesto. Ci sono delle cose positive rispetto all’anno scorso, quando ho chiuso quinto perchè si sono stesi in cinque davanti. La gara è stata più veloce, ho preso meno secondi di distacco e sono stato veloce alla fine della gara. Sono contento è più divertente così, purtroppo c’è da dire che per me si poteva fare meglio. Viñales ha fatto il podio, come interpretazione della pista mi ha battuto. Io sabato sono uscito in Q1 e questo mi ha tagliato le gambe, son dovuto partire in quinta fila e questo mi ha penalizzato. Partendo più avanti avrei lottato per il podio, alla fine ho scelto la gomma dura davanti perchè eravamo preoccupati per la media. Ci sono delle cose da migliorare. Con la dura davanti nei primi giri non ero veloce, dovevo guidare molto dolce e tenermi un po’ di margine. Alla fine con un po’ meno grip e la moto più scarica andavo forte, ho fatto alcuni sorpassi e buoni giri. Sono andato forte, ma non abbastanza per riprendere Petrucci. Rispetto alle gare dove sono andate forte, lì la moto è stata subito veloce. Qui sono andato in difficoltà, abbiamo cominciato a modificare e siamo arrivati alle FP3 non pronti. Alla fine siamo migliorati, ma non abbastanza. Rispetto al 2018 siamo migliorati, sia con le gomme che con il passo. Non eravamo particolarmente forti in un punto particolare, siamo stati medi un po’ in tutto. L’accelerazione è il nostro punto dolente, quindi sono andati più forte“.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Sui test e sulla vittoria di Antonelli in Moto3, Valentino Rossi sottolinea: “adesso faccio il meeting, qualcosina c’è e questo è importante. Dobbiamo provare e migliorare elettronica e accelerazione, vediamo come andrà. Qualcosina è molto più di niente, dunque bisogna accontentarsi. Serenità? Io vengo da due secondi posti, riesco ad approcciare con serenità un week-end difficile. Siamo comunque più forti dell’anno scorso. Vittoria di Antonelli? Sono contento, perchè se lo meritava anche Paolo Simoncelli che è un po’ il Toto Wolff delle moto“.

LEGGI ANCHE >>>  MotoGp – Una ‘dottoressa’ da urlo per Valentino Rossi a Jerez: Claudia Fernandez sexy ombrellina del Dottore [GALLERY]

MotoGp – Marquez fa lo sborone a Jerez, che affondo ai rivali: “ho voluto mettere le cose in chiaro”