AFP/LaPresse

Il pilota della Honda ha parlato della vittoria ottenuta a Jerez, svelando le sensazioni avvertite durante la gara

Seconda vittoria stagionale per Marc Marquez, il pilota della Honda si impone a Jerez e torna sul gradino più alto del podio dopo la caduta di Austin. Un successo che vale doppio per lo spagnolo, risalito in testa alla classifica piloti con un punto di vantaggio su Rins.

AFP/LaPresse

Felice e soddisfatto nel post gara il campione del mondo, che ha svelato le sue sensazioni ai microfoni di Sky Sport MotoGp: “sapevo che qui sarebbe stata una gara difficile, con l’asfalto nuovo eravamo tutti vicini. Quando ho visto il sole ho subito pensato che sarebbe stata la mia gara, volevo correre così tenendo il mio passo, con tempi costanti. Lottavo contro me stesso, non guardavo la lavagna dei tempi. Non mi interessavo chi fosse dietro, ho corso solo contro di me. Nei primi cinque giri avevo un po’ di timore, non guidavo come piace a me. Ero rigido, avevo paura di cadere. Poi ho visto che piano piano mi sono allontanato, da lì mi son tranquillizzato e ho cominciato a girare sul 38 alto. Rins? Ho sempre pensato che fosse competitivo, son sicuro che lotterà per il campionato. Non ha pressione, se fa secondo è un bellissimo risultato e se fa primo è un risultato della… Madonna“.

AFP/LaPresse

Sulle sue sensazioni sulla moto: “si sento bene e preferisco questo tipo di gare in solitaria, mi sto sentendo bene quest’anno con la moto. Ho molta fiducia, abbiamo capito il motivo della mia caduta ad Austin e l’abbiamo risolto. Adesso ce la giochiamo fino alla fine. Io vinco perchè ho un team perfetto e la moto è perfetta per il mio stile di guida. La cosa importante è avere questo compromesso, la mia squadra è la migliore del mondo”.