MotoGp, Paolo Ciabatti mette le cose in chiaro: “aria da funerale? Macché, dietro Marquez ci siamo noi e non Rossi”

Rinnovo Andrea Dovizioso

Il direttore sportivo della Ducati ha parlato dell’aria che si respira in Ducati, sottolineando come non ci sia traccia di tristezza

Le parole di Dall’Igna nel post Le Mans non avevano dato un buon colore al doppio podio della Ducati, tradendo un certo fastidio per l’ennesima sconfitta subita da Marc Marquez.

AFP/LaPresse

Dichiarazioni strane, spiegate prima da Tardozzi e poi dal direttore sportivo Ciabatti, che ha voluto mettere le cose in chiaro per evitare fraintendimenti: “da uomo Ducati sono estremamente orgoglioso della prova di forza del nostro marchio, altro che funerale” le parole riportate dalla Gazzetta dello Sport. “Perché alle spalle di Marc ci sono state tre Ducati, non c’è stato Rins, non c’è stato Rossi, non c’è stato Viñales. Poi è chiaro che vorremmo vincere, e che Dall’Igna non fosse felice, visto che sta facendo di tutto per conquistare il Mondiale. Ma da qui a dire che nel box c’era aria di funerale… Anche perché davanti a tutti c’è un pilota che sta cambiando la storia del motociclismo. Onestamente, qualcuno oggi può dirmi se c’è un pilota più forte di Marquez? La risposta la conosciamo tutti, poi basta guardare la classifica e cercare le altre Honda… Senza Marquez non avrebbe vinto nulla gli ultimi anni, ma noi stiamo lavorando duro: al Mugello porteremo qualcosa di nuovo, è ora di provare a vincere delle gare. Poi sento criticare Petrucci, ma Danilo a Le Mans ha fatto un “garone”, sta dimostrando di girare allo stesso ritmo di Andrea e domenica ha provato a batterlo, ma senza arrivare al punto di rovinare tutto come già successo in passato. A me sta piacendo la sua crescita”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (29601 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery