jorge lorenzo
AFP/LaPresse

La Honda non ha più nessuna intenzione di aspettare che Lorenzo si desti dal torpore iniziale, già a Le Mans i giapponesi vogliono risultati

La pazienza comincia a scarseggiare, i risultati non arrivano e la situazione in casa Honda è tutt’altro che serena. Jorge Lorenzo non riesce ad adattarsi alla nuova moto, nonostante la Casa giapponese continua a portare nuove componenti per provare a rendergli il più comoda possibile la seduta.

jorge lorenzo
AFP/LaPresse

Sella e serbatoio sono già stati sostituiti, ma nemmeno a Jerez il maiorchino è riuscito a destarsi dal torpore di inizio stagione, chiudendo dietro addirittura alle Honda clienti di Crutchlow e Nakagami, nonché alle spalle della RV213V laboratorio di Stefan Bradl. Risultati pessimi che stanno facendo perdere la tranquillità alla Honda, stanca di dare senza ricevere. Lorenzo ha bisogno di svoltare, ma la spinta deve arrivare dalla sua testa, non più dalle soluzioni apportate dal team sulla moto. Secondo quanto riferito da Motorsport.com, l’ultimatum non è ancora arrivato, ma già a Le Mans Alberto Puig si aspetta qualcosa di più dal proprio pilota, che ha miseramente fallito l’intero week-end di casa a Jerez. Zero vittorie, zero podi e una quantità di punti irrisoria rispetto a Marc Marquez, che guida la classifica piloti con 70 punti. La pressione su Lorenzo comincia a farsi sentire, il tempo scorre e la pazienza diminuisce: la Honda è pronta a scaricarlo, il Gp di Francia rischia di essere l’ultima chance per convincere il team a non pentirsi della scelta fatta nel corso dell’inverno.

LEGGI ANCHE:

MOTOGP, LE PAROLE DI LORENZO DOPO I TEST DI JEREZ

MOTO2, PASINI IN PISTA ANCHE A LE MANS

MOTOGP, VALENTINO ROSSI CRIPTICO DOPO I TEST DI JEREZ