Leonardo
Spada/LaPresse

Il direttore dell’area tecnica del Milan ha parlato dopo il match con il Bologna, analizzando vari temi tra cui il caso Bakayoko

Serata complicata per il Milan, risolta dai gol di Suso e Borini che permettono ai rossoneri di battere il Bologna e tornare al quinto posto in classifica a tre punti dalla zona Champions.

Spada/LaPresse

Una vittoria passata in secondo piano dopo il caso Bakayoko, scoppiato nel primo tempo per un chiaro e preciso ammutinamento del francese all’indirizzo di Gattuso. Su questa vicenda e su altri temi è intervenuto nel post gara Leonardo ai microfoni di Sky Sport: “quello di Bakayoko sarà un caso che verrà discusso internamente senza pubblicizzare i provvedimenti. Lui ha subito molte cose in queste settimane, poi gli errori sono errori e interverremo. Ha tante cose positive, ma se sbaglia, paga. Come tutti. Non dobbiamo intervenire ogni volta, è vero sono successe tante cose. Ma si sono risolte internamente. Tutti insieme, da Gazidis a me e Maldini, con Gattuso. Non può diventare tutto un processo pubblico. Non vogliamo dimostrare a tutti che siamo bravi”. 

Spada/LaPresse

L’analisi del dirigente rossonero è poi proseguita: “dopo il derby è stato un momento molto difficile, ma oggi il Milan ha dimostrato una forza che non pensava di avere e invece ce l’ha. Gattuso? Siamo sempre stati chiari con lui, è normale che ci possano essere dei momenti difficili. Sta andando tutto secondo i piani, non poteva essere tutto rose e fiori. Smobilitazione questa estate? La situazione non è semplice ma non ci sarà una smobilitazione, ovviamente però non ci saranno grandi investimenti. Siamo bloccati per la prossima estate, la qualificazione in Champions League indirizzerà in tutto”.