AFP/LaPresse

Matteo Salvini, alle prese con il caso Siri, glissa con un paragone calcistico: più che il Presidente del Consiglio Conte, il ministro dell’Interno vorrebbe sentire Antonio Conte come nuovo allenatore del Milan

Mentre il caso Siri rischia di dividere le due anime politiche del governo italiano, Matteo Salvini trova il tempo di pensare al suo amato Milan. Il ministro dell’Interno ha ironizzato sulla vicenda Siri, spiegando d non aver sentito il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ma di voler sentire un altro ‘Conte’: “il premier Conte non l’ho sentito. Più che Giuseppe vorrei sentire Antonio per sapere se viene al Milan … Vedo che qualcuno ha tempo da perdere polemizzando, non sono io”.