AFP/LaPresse

Matteo Berrettini si sta affacciando da poco nella top 50 del ranking mondiale, ma già pensa a ciò che potrà vincere in carriera

Spero di essere la mina vagante, ho sicuramente una spinta in più rispetto agli altri. Sono di Roma e sono l’unico romano presente. Vincere al Foro Italico sarebbe il sogno più grande insieme al trionfo di Wimbledon: sono i due trofei ai quali ambisco di più“. Lo dice Matteo Berrettini a pochi giorni dal suo esordio agli Internazionali Bnl di Roma. Il 23enne romano, numero 31 del mondo, è reduce dalla vittoria a Budapest e dalla finale a Monaco di Baviera. “La consapevolezza è aumentata parecchio -sottolinea ai microfoni di Sky Sport- sento che posso giocare la partita alla pari con tutti. Mi sento molto in fiducia avendo fatto due ottime settimane“. (Spr/AdnKronos)