AFP/LaPresse

Roger Federer smorza gli entusiasmi dei fan italiani in merito alla sua partecipazione agli Internazionali d’Italia: giocare a Roma non è una priorità per il tennista svizzero

Roger Federer giocherà a Roma sì o no? È questa la domanda che tutti gli appassionati di tennis italiani si stanno ponendo in queste settimane. Il tennista svizzero ha deciso di tornare a giocare sulla terra rossa dopo diversi anni d’assenza e risulta iscritto, come da regolamento, al Masters 1000 capitolino, ma non ha dato ancora conferma in merito alla sua presenza agli Internazionali d’Italia. Giocare a Madrid, Roma e Parigi consecutivamente, su una superficie a lui poco gradita, alla sua età, potrebbe essere deleterio e presenziando a Roma rischierebbe di sprecare energie importanti in vista del ben più prestigioso Roland Garros. La sensazione è che gli Internazionali d’Italia siano una sorta di ‘piano B‘ nel caso ci fosse un’eliminazione prematura a Madrid che non consetirebbe a Federer di avere la giusta preparazione in vista dello Slam parigino.

Lo conferma indirettamente lo stesso Federer al quotidiano spagnolo Marca: “sono iscritto a Roma perché è automatico esserlo nei Masters 1000. Non so come trascorrerò questa settimana e la possibilità di andare a giocare in Italia la devo quindi mantenere come un’opzione. Ma, onestamente, sono concentrato su Madrid e Parigi“.