puccio

Salvatore Puccio si difende dalle accuse dopo la caduta innescata ieri nella quarta tappa del Giro d’Italia 2019

E’ Salvatore Puccio il ‘colpevole’ della brutta caduta di ieri al Giro d’Italia che ha impedito a Tom Dumoulin di rimanere in testa alla classifica con i migliori. L’olandese, sanguinante da un ginocchio, ha perso oltre 4 minuti dalla maglia rosa e adesso si trova al 56° posto nella classifica generale, fuori dai giochi per la vittoria della corsa Rosa.

Tutti i ciclisti, primo fra tutti Nibali, hanno affermato che non è possibile commettere un errore come quello di Puccio, giratosi ieri per cercare i suoi compagni e innescando la brutta caduta. Il ciclista del team Ineos si è così ‘giustificato’: “mi spiace per quello che è successo, è stata una distrazione. Anche io sono andato per terra, certo non l’ho fatto apposta e non volevo danneggiare nessuno. C’è sempre da imparare, spero davvero che non accada mai più. In altre occasioni mi è capitato di cadere per colpa degli altri, ma non ho mai fatto polemica. Il ciclismo è questo, le corse sono così“, queste le parole dell’umbro-siciliano alla ‘rosea’.