Foto Lapresse

Fernando Gaviria annuncia la sua presenza al Giro d’Italia 2019: arriva la conferma dalla UAE Team Emirates

Fernando Gaviria ha sciolto gli ultimi dubbi: il ciclista colombiano sarà presente al Giro d’Italia 2019! La stella dell’UAE Team Emirates sarà a Bologna, il prossimo 11 maggio, al via della corsa Rosa. Lo riporta il sito della UAE Team Emirates con tanto di intervista allo stesso Gaviria che si è detto entusiasta all’idea di partecipare alla prestigiosa gara italiana: “assieme alla dirigenza, ai tecnici e allo staff degli allenatori dell’UAE Team Emirates abbiamo deciso che parteciperò al Giro d’Italia 2019. Con grande piacere tornerò sulle strade del Giro d’Italia, una corsa con la quale sento di avere un rapporto particolare. Proprio al Giro 2017 la mia carriera ha trovato una sua dimensione di livello internazionale. La maglia della classifica a punti e le quattro vittorie di tappa mi hanno proiettato nell’elite delle ruote veloci: sono stati momenti bellissimi e molto importanti per me, il pensiero di avere la possibilità di riviverli è eccitante.

Foto Lapresse

Nella prima parte del Giro, i percorsi offriranno ai velocisti un buon numero di opportunità. Come spesso succede nella corsa Rosa, non ci saranno frazioni scontate, quindi anche noi velocisti, e le nostre squadre, dovremo sempre guadagnarci l’arrivo in volata. L’obiettivo è quello di sfruttare al massimo le opportunità di disputare degli sprint. Sarà molto difficile lottare per la classifica a punti, perché la seconda parte del Giro sarà quasi ad esclusivo appannaggio degli scalatori.

Essendo venuta meno la presenza di Fabio Aru al Giro, la squadra ha spostato il mirino dalla lotta per la classifica generale alla ricerca dei successi di tappa. Questo ha significato che i tecnici avrebbero avuto la possibilità di affiancare ai cacciatori di tappe un bel gruppo dedito alle volate: mi è sembrato un bel progetto, in grado di offrirmi tutte le condizioni necessarie per fare bene. Non ho avuto dubbi e ho confermato al team la mia volontà di essere sulle strade italiane.

Foto Lapresse

La partecipazione al Giro si colloca in maniera equilibrata all’interno del mio programma stagionale. La mancata partecipazione alla Paris-Roubaix, dovuta a un malanno, ha chiuso la prima parte della mia stagione. Ho osservato un periodo di riposo, per poi riprendere gli allenamenti con buone sensazioni. Il Giro d’Italia sarà un momento clou del mio primo anno in squadra, poi penseremo alla seconda parte della stagione”.