Gian Mattia D'Alberto/LaPresse

Primoz Roglic e Richard Carapaz sono due dei protagonisti del 102esimo Giro d’Italia: la maglia rosa è rimasta sulle spalle dello sloveno

Richard Carapaz ha conquistato la quarta tappa del 102esimo Giro d’Italia. A causa di una caduta che ha spezzato il gruppo nel finale della Orbetello-Frascati, la Maglia Rosa Primoz Roglic è stato l’unico dei favoriti della Generale a rimanere nel primo plotoncino. Lo sloveno ha così esteso a 35″ il suo vantaggio su Simon Yates, 39″ su Vincenzo Nibali e 44″ su Miguel Angel Lopez. Tom Dumoulin, dolorante al traguardo, ha accusato un ritardo di 4’04’ dal vincitore e ora si trova al 56esimo posto della Generale con un ritardo di 4’30” dalla Maglia Rosa.

Il vincitore di tappa Richard Carapaz ha dichiarato: “È stato una finale di tappa complicato, dopo una lunga frazione con alcune salite nel finale, lo stress ha causato la caduta. Mi sono ritrovato in un piccolo gruppo che era davanti, non mi sono preoccupato della presenza di Primoz Roglic. Ho solo aspettato il momento giusto  per scattare e provare a vincere. Sono emozionato e felice che abbia funzionato. Il risultato di oggi non cambia nulla all’interno del nostro team: mancano tante salite e Mikel Landa rimane il nostro capitano.”.

La Maglia Rosa Primoz Roglic  ha dichiarato: “Anche oggi abbiamo fatto un buon lavoro con tutta la squadra. Sono contento di guadagnare tempo in Classifica Generale. Tutti vogliamo stare davanti per evitare incidenti. Non ho visto la caduta perchè ero nelle prime posizioni. Cerco sempre di essere concentrato per tutta la durata della tappa. Tutti possiamo fare degli errori ma se coinvolgono altri corridori questo è difficile da accettare. Ho tanti avversari forti come Yates e Nibali ma mancano ancora tanti giorni di corsa e tutto può accadere”.