Filippo Rubin//LaPresse

Caleb Ewan pronto all’edizione 102 del Giro d’Italia: le sensazioni dell’australiano in conferenza stampa alla vigilia della grande partenza di Bologna

Si sono svolte oggi le Conferenze Stampa di alcune delle squadre protagoniste del centoduesimo Giro d’Italia, in programma dall’11 maggio al 2 giugno. Sabato a Bologna si terrà la grande partenza, con i ciclisti pronti a sfidarsi nella cronometro individuale, prima di dare via ad appassionanti battaglie per le strade italiane.

Tra coloro che vorranno mettersi in mostra ed essere tra i protagonisti c’è anche Caleb Ewan: “penso che ci saranno cinque o sei opportunità per le volate, non molte ma abbastanza. La mia integrazione alla Lotto Soudal è stata buona finora. Mi è mancato solo l’ultimo elemento del treno, Jasper De Buyst, che è caduto alla prima tappa della Parigi-Nizza e non era ancora in grado di aiutarmi in Turchia. Ci vuole tempo prima che un velocista ed il suo ultimo uomo lavorino al meglio, e cominciare al Giro non è certo l’ideale ma va bene così. Provo un po’ più di pressione rispetto al passato essendo al mio primo grande giro con la Lotto Soudal, ma preferisco sentire la pressione e una squadra che mi consideri il capitano piuttosto che il contrario. La Maglia Azzurra non è un mio obiettivo ma potrebbe diventarlo se farò punti entrando nelle fughe della prima parte del Giro”, queste le parole del 24enne australiano della Lotto Soudal in conferenza stampa.