Lance Armstrong
dppi/lapresse

L’ex ciclista americano è tornato a parlare della sua carriera, sottolineando come non cambierebbe nulla di ciò che ha fatto

Sette Tour de France cancellati per doping, ma non sono bastati per far cambiare idea a Lance Armstrong. Il ciclista americano, squalificato per aver fatto uso di sostanze proibite, è tornato a parlare degli errori commessi, ammettendo di non essersi pentito.

Lance Armstrong
LaPresse/MAXPPP

Interrogato ai microfoni di NBCSN, Armstrong ha sottolineato: “abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere, non era legale ma non cambierei nulla. Se tornassi indietro non cambierei nulla. Non cambierei il modo in cui ho agito. Non cambierei le lezioni che ho imparato. Non avrei imparato la lezione se non avessi agito come ho fatto. Non sarei stato indagato e sanzionato se non avessi agito come ho agito. Se mi fossi dopato e non avessi detto nulla, nulla sarebbe accaduto. E’ come se fosse quello che volevo, come se volessi essere scoperto. Ero una preda facile“.