Il parere di Tebas all’incontro di Madrid delle Leghe Europee sulla riforma del calcio europeo: le parole del presidente della Liga spagnola

Non si possono fare riforme senza accordi con i campionati, non è sufficiente informare o consultare, tutto deve essere fatto in accordo con le Leghe Nazionali“. Lo ha detto il presidente della Liga spagnola, Javier Tebas, all’incontro di Madrid delle Leghe Europee sulla riforma del calcio europeo, e in particolare della Champions League.L’Eca è un’istituzione governata dai 10 più grandi d’Europa, che vogliono garantirsi sempre un posto nelle competizioni europee. La posizione del Real Madrid è pubblica e conosciuta. Ma io non credo che possano fare una Lega chiusa tra di loro. Non la penso così e non possono farlo, perché, oggi, i grandi club sono economicamente dipendenti dalle loro competizioni nazionali“, ha aggiunto Tebas. “Il calcio europeo è cambiato rispetto ad anni fa. Bisogna tenere conto della situazione economica di ciascun Paese e il peso delle leghe nazionali deve essere più forte“. (Riz/AdnKronos)