Atletica, Mondiali di staffette: -2 giorni alle World Relays 2019 di Yokohama

Una prima visita allo stadio di Yokohama, per adesso da fuori, in attesa di correre sabato nelle batterie delle IAAF World Relays 2019. Concentrazione al massimo e grande convinzione per gli azzurri delle staffette: il countdown segna meno 2 e dopo la prima parte di raduno svolta nell’hinterland di Tokyo, il gruppo dei 29 sprinter e quattrocentisti si è spostato a Yokohama per mettere a punto gli ultimissimi dettagli in vista dei Mondiali di staffette (11-12 maggio), determinanti per il pass iridato di Doha (27 settembre-6 ottobre). Le cinque staffette azzurre saranno in pista per le batterie sabato 11 maggio, nella serata di Yokohama, quando in Italia sarà l’ora di pranzo. Alle 12.05 debutterà la 4×400 femminile, alle 12.40 la 4×400 maschile, 13.13 per la 4×100 donne e a seguire la 4×100 uomini alle 14. Alle 14.22 toccherà alla staffetta 4×400 mista. Per le 4×100 e la mista il primo round è già decisivo per qualificarsi ai Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre): si vola in Qatar entrando tra le prime dieci 4×100 o tra le prime dodici miste, qualunque sia l’esito della finale. Per la 4×400, invece, è in programma anche una finale B (domenica 12 maggio): in questo caso, per la qualificazione a Doha, non basta entrare in finale A ma bisogna correrla ed arrivare al traguardo senza squalifiche. Alle migliori otto si aggiungono le migliori due della finale B, salvo altri ripescaggi per squalifiche, mancate partenze e mancati arrivi nella finale principale. Ognuno degli atleti iscritti in una specifica staffetta nelle entry lists pubblicate dalla IAAF, può essere schierato senza vincoli nelle altre staffette.

YOKOHAMA, I RIVALI DEGLI AZZURRI AI MONDIALI DI STAFFETTE

Conto alla rovescia per la quarta edizione delle IAAF World Relays di Yokohama di sabato 11 e domenica 12 maggio, che segue le tre edizioni del 2014, 2015 e 2017 disputate a Nassau. L’evento vedrà la partecipazione di 790 atleti di 47 squadre nazionali, tra le quali tutte le formazioni della staffetta 4×100 e 4×400 che sono salite sul podio nei più recenti campionati globali, dai Mondiali 2013 di Mosca a quelli 2017 di Londra, passando per la rassegna 2015 di Pechino e per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Nelle precedenti tre edizioni, la classifica della manifestazione ha premiato per altrettante volte il team degli Stati Uniti, uscito vincitore con la Giamaica sempre seconda. Bronzo nel 2014 per il Kenya (quarti i britannici), nel 2015 per la Polonia (quarta l’Australia staccata di nove punti) e nel 2017 per l’Australia (di un punto sulla Polonia). Anche nelle staffette non olimpiche e in quelle miste è prevista la partecipazione di atleti di primo piano e medagliati in eventi globali. Italia in gara con cinque staffette (le 4×100, le 4×400 e la mista).