caster semenya
STRINGER / AFP

Il TAS ha preso la sua decisione: rigettato il ricorso di Caster Semenya, l’atleta sudafricana costretta ad abbassare il livello di testosterone

Niente da fare per Caster Semenya: il Tas di Losanna ha respinto il suo ricorso, appoggiando così le nuove regole della IAAF, secondo le quali gli atleti con iperandrogenismo saranno costretti ad assumere farmaci per abbassare il loro livello di testosterone.

Una decisione presa, dai giudici del Tribunale arbitrale dello sport, per “preservare l’integrità dell’atletica femminile”. Una decisione che non è stata di certo apprezzata dall’atleta sudafricana che dovrà quindi adesso sottoporsi ad una terapia ormonale: “a volte la migliore reazione è evitare di reagire”, ha twittato. “Per dieci anni la IAAF ha cercato di frenarmi, ma questo in realtà mi ha reso più forte. La decisione del Tas non mi fermerà“, ha fatto sapere tramite i suoi legali.