Alfredo Falcone/LaPresse ALFREDO FALCONE

Le sensazioni di Simone Inzaghi alla vigilia della sfida tra Sampdoria e Lazio

Mancano sei partite alla fine e devono essere sei finali per noi. Non ci attendono gare facili, dovremo svolgerle al meglio. Il nostro percorso deve portarci in Europa dal campionato, non solo dalla Coppa Italia“. E’ la linea tracciata dal tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, alla viglia del match di campionato contro la Sampdoria.

Alfredo Falcone/LaPresse

Nel girone d’andata ci chiedevamo come mai non riuscivamo a vincere contro le squadre più forti del campionato, ora sono mancati dei risultati contro formazioni di bassa classifica: nelle quattro gare disputate a San Siro abbiamo perso solo una volta a causa di episodi -prosegue il tecnico biancoceleste-. Le tre vittorie milanese dimostrano che abbiamo delle qualità. Abbiamo avuto dei cali in gare importanti, ma giochiamo più di 50 partite all’anno perché siamo un gruppo con dei valori che vuole andare il più avanti possibile“.

Dovremo prestare attenzione ai blucerchiati. Sceglierò l’undici che mi assicurerà più garanzie dopo il risveglio muscolare. Contro il Milan siamo rimasti in undici, se fossimo rimasti in dieci non saremmo arrivati in finale di Tim Cup, se invece fossimo rimasti in undici avremmo vinto con il Chievo: abbiamo pagato un’ingenuità, ora dobbiamo guardare avanti con fiducia. Abbiamo centrato un grande obiettivo, ma dobbiamo pensare solo al nostro futuro“, prosegue.

 

Simone Inzaghi -
Simone Inzaghi –
AFP/LaPresse

Abbiamo mollato la presa dopo la vittoria al Meazza con l’Inter, mi sono rassicurato con i ragazzi anche dopo aver centrato la finale di Coppa Italia al San Siro. Siamo una squadra matura e non dovremo mollare un centimetro anche contro la Sampdoria“, assicura Inzaghi.

Durmisi ha avuto un risentimento, domani non ci sarà come Milinkovic, Luis Alberto, Berisha e Radu. Ci saranno sei assenze considerando anche Lukaku, ma proveremo a dare il massimo lo stesso. Ho una rosa importante e domani dovrò scegliere: davanti ho tre attaccanti che stanno giocando bene, Correa e Immobile hanno speso molto mercoledì sera“, conclude. (Int/AdnKronos)