LaPresse

Paul Pierce esprime il suo tagliente parere sulla semifinale di Conference tra Bucks e Celtics: secondo “The Truth” se Antetokounmpo non fa il fenomeno, Boston ha già vinto

Paul Pierce non ha avuto mai paura di dire ciò che pensa e soprattutto adesso, nelle vesti di opinionista di ESPN, i suoi giudizi sono quantomai taglienti. Dopo la vittoria dei Celtics in gara-1 della semifinale di Conference contro i Bucks, nella quale la difesa di Boston ha limitato fortemente anche il possibile MVP Giannis Antetokounmpo, Paul Pierce ha sentenziato: “la serie è finita. È sembrato che Milwaukee fosse una squadra di gran lunga migliore nel corso della regular season, ma vedendoli oggi si è notato che se Giannis Antetokounmpo non gioca una partita mostruosa e qualcuno lo segue, Boston li batte in termini di talento. Se sei nei panni del coaching staff di Milwaukee che fai? Ti concentri su Kyrie Irving? Tatum può farsi avanti, lo stesso vale per Morris e Terry Rozier. I Celtics hanno semplicemente più talento dei Milwaukee Bucks, per questo  sono pericolosi“. Uno che di soprannome fa “The Truth” (la verità) potrebbe avere ragione…