LaPresse/Reuters

Damian Lillard alza la voce dopo la vittoria in gara-5 contro i Thunder: autore di 50 punti e della tripla della vittoria, la stella di Portland risponde per le rime alle provocazioni di OKC

La serie fra Portland e OKC è stata una delle più avvincenti del primo turno dei Playoff. La sfida nella sfida tra Lillard e Westbrook ha messo ancora più pepe alla serie, terminata per 4-1 a favore dei Blazers. Damian Lillard, bersagliato preferito del trash talking dei giocatori di OKC, ha mantenuto sempre la calma, firmando 50 punti e la strepitosa tripla da centrocampo che è valsa la vittoria ai Blazers in Gara-5. Al termine della gara, Lillard ha commentato le dichiarazioni di Paul George che ne sminuivano il tiro della vittoria con un ‘LOL’, per poi lanciare una frecciatina a tutti i Thunder:è stata una sensazione incredibile. Continuavo a ripetermi nella testa che avremmo dovuto faticare per portarla a casa e  il fatto di esserci riusciti è grandioso. Non volevo rimettere la decisione nelle mani degli arbitri. Stavo guardando il ferro e la distanza era apprezzabile. Il mio trainer l’aveva detto: ‘segnerai uno di questi tiri’. Il mio gesto? La serie è finita, volevo salutarli. Dopo gara 3 e una vittoria festeggiavano, noi non abbiamo perso compostezza perché volevamo vincerne quattro. L’abbiamo fatto e non c’è più nulla di cui parlare. Quel canestro ha rappresentato l’ultima parola. Tutto lasciava pensare che saremmo tornati a OKC. Da parte mia forse è stata la performance più importante”.