LaPresse/Alessandro La Rocca

Altro che cabina di commento: Mattia Pasini ha una seconda possibilità, il pilota italiano di nuovo in pista a Jerez de la Frontera

Se dopo il Gp di Austin, nel quale ha avuto l’opportunità di gareggiare sulla Kalex del Pons Racing, Mattia Pasini si era ormai messo l’anima in pace ed era pronto a tornare in cabina di commento, alla vigilia del Gp di Spagna è arrivata una notizia che fa brillare gli occhi di gioia del pilota italiano.

Pasini, che ad Austin aveva conquistato un fantastico quarto posto, tornerà in pista, nei panni di pilota, anche a Jerez de la Frontera: questa volta il “Paso” dovrà sostituire l’infortunato Jake Dixon, guidando per la prima volta una KTM, quella dell’Angel Nieto Team.

Sono molto felice di correre a Jerez. Sarà una gara diversa rispetto ad Austin, perché cambierò anche moto e non ho mai corso con una KTM. Spero di riuscire a trovare un buon feeling rapidamente e lavorerò con la squadra per cercare di capire a che tipo di risultato possiamo puntare. Penso che possiamo fare bene, ma vedremo come andrà il weekend. Voglio dire grazie ad Aspar Martinez ed alla KTM per questa opportunità e darò il massimo durante il weekend per vedere cosa riusciremo ad ottenere“, ha affermato Pasini.