nainggolan
Spada/LaPresse

Il centrocampista dell’Inter ha parlato in vista del match di San Siro contro l’Inter, sottolineando di voler vincere per chiudere il discorso Champions

È sempre stata una partita particolare per me perché mi hanno cercato in passato e poi non si è fatto niente. Preferisco sfidare le squadre più forti per cercare di batterle, è una cosa che ho sempre avuto in testa. È la squadra da battere da tanti anni e penso che qualsiasi squadra vorrebbe battere la Juve. Per noi è una partita importante per raggiungere il nostro obiettivo“.

Spada/LaPresse

E’ pronto al big match in programma domani a San Siro il centrocampista dell’Inter, Radja Nainggolan, intervistato da Dazn, che spera in una vittoria che avvicinerebbe la squadra alla qualificazione per la prossima Champions League. “La nostra stagione? È mancata un po’ di maturità per invertire la rotta e riprendersi subito dopo un brutto momento. Nell’ultima partita di Champions ad esempio bastava vincere, dopo quella delusione sono arrivati dei risultati negativi – prosegue il centrocampista belga che poi parla della sua esultanza dopo il primo gol in nerazzurro a Bologna – è stato istinto, ho fatto l’inchino ai tifosi. La gente mi aspettava da tanto, ho avuto un infortunio in ritiro saltando tutta la preparazione. Non vedevo l’ora di cominciare e quando ho segnato all’esordio, è stato come dire: ‘Mi sono presentato’. Alla fine è andata diversamente da come mi aspettavo perché poi mi sono rifatto male dopo poche giornate. E ho ricominciato da capo di nuovo. Spero di non avere più infortuni e migliorare fisicamente. Mi auguro che i tifosi riescano a vedere il miglior Nainggolan. L’importante quest’anno è centrare l’obiettivo, abbiamo fatto un cammino importante con alcune difficoltà ed episodi che hanno danneggiato un po’ tutti“.

Fabio Ferrari/LaPresse

E sulla sfida nella sfida con l’ex compagno di squadra Pjanic conclude: “l’ho sentito qualche giorno fa perché aveva bisogno di biglietti (scherza il ‘Ninja’ ndr). Miralem è uno di famiglia, non importa quale ora o data. È una persona importante per me e abbiamo fatto un percorso insieme, è un ragazzo che sento spesso e volentieri“. (Int/AdnKronos)