Spada/LaPresse

Dopo l’incontro di ieri notte successivo a Torino-Milan, la dirigenza del Milan ha voluto avere un nuovo confronto con Gattuso, convocato nel pomeriggio a Casa Milan: c’è in ballo il futuro dell’allenatore rossonero

Ieri notte l’ennesimo passo falso nel finale di stagione del Milan, sconfitto per 2-0 a Torino, ha fatto scattare un importante campanello d’allarme. Squadra spenta e sfiduciata, attacco anemico, Romagnoli che perde la calma e si fa espellere: i segnali di una nave che sta per affondare. E con essa anche Gattuso. Il Milan ha un vitale bisogno degli introiti che garantise la Champions League, ottenibili solo in caso di quarto posto. Dopo ieri notte il Milan è sesto, diventerebbe addirittura settimo se questa sera l’Atalanta dovesse fare almeno un punto: sarebbe a rischio addirittura l’Europa League.

Dopo Torino-Milan, Leonardo, Maldini e Gazidis hanno avuto un primo confronto con Gattuso all’interno dello stadio, dal quale sembra essere venuta fuori la conferma dell’allenatore. Nel pomeriggio di oggi invece, Gattuso è stato nuovamente convocato dalla dirigenza, questa volta a Casa Milan, per studiare una soluzione che consenta al Milan di uscire dalla crisi e puntare con decisione al quarto posto nelle ultime partite rimaste. Comunque dovesse andare, le 4 partite che mancano dovrebbero essere anche le ultime di Gattuso come allenatore del Milan.