Napoli, Ancelotti sorpreso dalla contestazione: “va chiarito che non arriverà un giocatore da 10 milioni di stipendio”

Lapresse

L’allenatore del Napoli ha parlato dopo la vittoria di Frosinone, soffermandosi sulla contestazione dei tifosi

Il Napoli vince a Frosinone, ma scoppia la contestazione dei tifosi azzurri, inviperiti per la stagione alquanto anonima compiuta dalla propria squadra.

Alfredo Falcone – LaPresse

Carlo Ancelotti prova a guardare avanti, soffermandosi prima sulla partita per poi analizzare la nota dolente: “tra gli obiettivi di un allenatore c’è sempre quello di dare un’identità, cosa positiva. Ogni allenatore cerca di creare un’identità di squadra, un mondo ideale è giocare bene, vincere e fare tanti gol. Ho sgombrato un po’ di nebbia che c’era nell’ultimo periodo dove non abbiamo fatto bene. Non è stata una partita straordinaria ma l’abbiamo interpretata bene. In questa partita certamente Younes si distacca perchè, specialmente nel primo tempo, ha fatto cose straordinarie. E’ un giocatore formidabile nell’uno contro uno, componente fondamentale contro squadre chiuse. E’ un giocatore che ha la sua esperienza perchè ha giocato nell’Ajax. E’ un acquisto in più per il prossimo anno, sul quale punteremo per ottenere i nostri obiettivi“.

Massimo Paolone/LaPresse

Sulla contestazione: “sinceramente non me lo spiego, questa società è già consolidata da prima che arrivassi io. Deve essere chiaro a tutti che qui il giocatore che guadagna 10 milioni di euro non può arrivare e quindi dobbiamo investire su ragazzi giovani. Questa è la realtà del Napoli. Quest’anno abbiamo investito su giocatori come Meret, Fabian Ruiz e Verdi, giocatori che hanno qualità ma che non hanno stipendi esagerati che ti farebbero rompere il bilancio che è sano e deve continuare a rimanerlo. Si può vincere, ma ci vorrà più tempo ma con una programmazione giusta riesci a migliorare anno per anno. L’anno prossimo la squadra migliorerà, faremo acquisti mirati e andiamo avanti. Insigne? Spero che recuperi dal piccolo infortunio che ha e spero sia disponibile domenica. L’obiettivo di tutti è finire bene la stagione, alla fine parleremo un po’ con tutti e se lui avrà il desiderio di restare saremo tutti contenti. Insigne è un patrimonio di questa società. Insigne ha fatto una prima parte di stagione strepitosa“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Ernesto Branca (30296 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery